Chiedi al dottore

Dottor Gabriele Graziani – farmacista ricercatore – YouTube

 

 

  • Dopo un lungo periodo di formazione in Inghilterra nel Centro ricerche Glaxo, ha fondato e diretto i laboratori di ricerca farmaco-tossicologica del centro di ricerche Glaxo di Verona.
  • È autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche ed è stato membro di prestigiose Associazioni quali la New York Academy of Sciences.
  • La sua conoscenza dell’argento colloidale deriva dallo studio personale e dall’esperienza quotidiana di farmacista.

Alla domanda se l’argento sia dannoso possiamo dare una risposta rapida e sintetica: l’argento colloidale, la cui efficacia e tollerabilità sono sperimentate da secoli, non diventa nocivo solo perché adesso lo chiamiamo con il nuovo termine di nanoargento. Chiedi al Dottore o scopri il suo libro

Chiedi al dottore. Risolvi i tuoi dubbi riguardanti la salute chiedendo agli specialisti suggeriti.

 

Lascia un messaggio al Dottore Graziani, farmacista e al team dei consulenti medici che conoscono e utilizzano l’ Argento Colloidale come coadiuvante in terapie mirate, tramite questo form

 

Se vuoi che la tua domanda con la relativa risposta venga pubblicata, dai il tuo consenso alla pubblicazione; ci si riserva di deciderne la pubblicazione.

LE DOMANDE PIÙ RECENTI

FILTRA LE DOMANDE PER PROBLEMATICA

  • ACNE
  • AFTE E PLACCHE
  • HERPES
  • ARROSSAMENTI DELLA GOLA
  • SECCHEZZA DELLE FAUCI
  • SUDORAZIONE ECCESSIVA E CATTIVI ODORI
  • ARROSSAMENTI E IRRITAZIONI
  • SMEGMA
  • PAPILLOMA ESTERNO DI FORMA LEGGERA
  • ARROSSAMENTO E PRURITO DELLE PARTI INTIME
  • FORFORA GENITALE
  • ERUZIONI CUTANEE E PRURITO
  • ECZEMI, PSORIASI E DERMATITI
  • DESQUAMAZIONI E SECCHEZZA DELLA CUTE
  • ECZEMI, PSORIASI E DERMATITE IN FORME LEGGERE
  • PIAGHE LEGGERE
  • UNGHIE NERE E INCARNITE
  • AFFATICAMENTO DEI PIEDI
  • MICOSI, VERRUCHE, ULCERE, CALLOSITÀ
  • FORFORA
  • ARROSSAMENTO E PRURITO DEL CUOIO CAPELLUTO
  • ECZEMI, PSORIASI E DERMATITE IN FORME LEGGERE DEL CUOIO CAPELLUTO

Oppure inviaci la tua domanda attraverso il form dedicato

VAI AL FORM

Guarda il video dove il dr. Graziani spiega le proprietà dell’argento colloidale o chiedi al Dottore al riguardo

chiedi al dottore Arturo Sommariva, chimico

Arturo Sommariva – Dottore in Chimica, formulatore di nuovi nanostrutturati.

 

  • Esperto in impianti chimici, sintesi, nanostrutturati colloidali.
  • Gestisce la R&D dei nuovi formulati, lo studio e l’impiego di nuove materie prime, i progetti e i trattamenti chimici presso fornitori esterni.

 

Lascia un messaggio al Dottor Sommariva, Chimico specialista in Argento nanostrutturato e al team dei consulenti in Gruppo Clusternanotech che gestiscono la sintesi d’Argento Colloidale Synthag come coadiuvante in terapie mirate, tramite questo form.

Se vuoi che la tua domanda con la relativa risposta venga pubblicata, dai il tuo consenso alla pubblicazione; ci si riserva di deciderne la pubblicazione.

Glossario

_________________________________________________

In vivo: locuzione latina che significa “nel tessuto vivente”, vale a dire un esperimento che si svolge sul corpo vivente.
Intrarachidiana: iniezione all’interno della colonna vertebrale. Eseguita da medici specialisti, viene utilizzata per combattere infezioni gravi delle membrane protettive del cervello come le meningi (ad esempio meningite).
Ioni: una molecola o un atomo elettricamente carichi vengono detti ioni. Poiché hanno perso o guadagnato uno o più elettroni rispetto all’atomo neutro, il processo di perdita/acquisizione viene detto ionizzazione.
Lipopolisaccaride: il lipopolisaccaride (o LPS) è uno dei componenti della parete cellulare esterna dei batteri Gram-negativi.
MIC: concentrazione minima inibente (minimum inhibitory concentration).
ppm: parti per milione di una soluzione, sospensione o miscela. Ad esempio l’argento colloidale 1 ppm è l’equivalente di 1 mg di argento disperso in 1 l di acqua ovvero in un milione di milligrammi d’acqua.
Sepsi: la presenza di batteri e loro tossine nel corpo, che uccidono il tessuto e producono pus di solito a seguito di una ferita infetta.
Tyndall, effetto: la diffusione ottica (o dispersione, scattering in inglese) della luce da parte di particelle colloidali sospese in un liquido. Il raggio luminoso (laser) che attraversa il liquido diventa perciò visibile.
AgNPs: abbreviazione del termine argento colloidale in nanoparticelle.
Ag: simbolo chimico dell’argento.
Ag+: simbolo di un atomo di argento ionizzato (mancante di un elettrone).
Ag0: simbolo di un atomo di argento metallico.
Agglomerazione: il processo nel quale piccole particelle si combinano per formare particelle più grandi. I colloidi di argento instabili possono subire agglomerazione che origina un precipitato di particelle di argento fuori dalla sospensione colloidale.
Antibiotico: farmaco di origine naturale o di sintesi, in grado di rallentare o fermare la proliferazione dei batteri. Gli antibiotici si distinguono in batteriostatici (che bloccano la riproduzione del batterio, impedendone la scissione) e battericidi (che uccidono il microrganismo). Non hanno effetto contro i virus, i funghi e i parassiti.
Antibiotico-resistenza: la resistenza agli antibiotici è un fenomeno per cui un batterio risulta resistente all’attività di un farmaco antimicrobico. Tale resistenza può essere naturale o acquisita. Mutazioni genetiche dei germi danno origine a germi molto più resistenti: i super batteri.
Antifungino: una sostanza che uccide o controlla le infezioni da funghi e le infezioni da lieviti, ad esempio candida e tigna.
Antimicotico: vedi antifungino.
Antivirale: un farmaco o un trattamento che interrompe o riduce i danni causati da un virus.
Argiria: è la colorazione grigio-bluastra della pelle che si manifesta nell’intossicazione da sali d’argento (argirosi). L’argirismo cronico, che consegue all’assunzione portata avanti nel tempo di preparati a base di argento (argento proteinato, argento vitellinato, argento lattato, cloruro d’argento), o che si verifica nei lavoratori del metallo. Si manifesta con una colorazione grigio-blu della pelle. Si tratta di una affezione puramente estetica.
Asepsi: assenza di contaminazione patogena. L’asepsi è riservata in particolare agli oggetti che fanno parte di ambienti o strutture ad alto rischio di infezione per l’uomo quale può essere un comparto chirurgico. In tal senso il termine viene adoperato per indicare alcune procedure preoperatorie: curare l’asepsi del campo operatorio.
Battericida: sostanza capace di uccidere un microrganismo.
Batterio statico: sostanza in grado di inibire la crescita di un microrganismo.
Big Pharma: è il settore economico che riunisce le attività di ricerca, di fabbricazione e di commercializzazione dei farmaci per la medicina umana o veterinaria. È una delle attività industriali più redditizie e importanti economicamente al mondo.
Blefarite: infiammazione della palpebra.
Cheratite: infiammazione della cornea.
Colloide: una miscela chimica dove una sostanza solida è uniformemente dispersa in un liquido. Le particelle della sostanza dispersa sono uniformemente sospese nella miscela diversamente dalla soluzione nella quale esse sono completamente disciolte.
Dacriocistite: infiammazione del sacco lacrimale per ostruzione del dotto che drena nel naso.
Epididimite: infiammazione dell’epididimo. L’epididimo è un lungo sottile tubicino ritorto sul retro del testicolo, che fa parte del dotto efferente del testicolo stesso, in cui gli spermatozoi sono immagazzinati prima dell’eiaculazione.
Fungicida: proprietà che hanno alcune sostanze di uccidere i funghi (antimicotici). L’argento colloidale è un antimicotico molto efficace e senza effetti collaterali.
Gonorrea oftalmica: congiuntivite gonococcica trasmessa dalla madre affetta (scolo) al bambino durante il parto.
In vitro: locuzione latina che significa “in un vetro”, vale a dire in una provetta o contenitore (ad esempio disco di Petri). L’ esperimento in vitro si svolge in laboratorio.